Home


Siamo i medici di famiglia di Monticelli d’Ongina e di Castelvetro Piacentino: nell’aprile del 2005 abbiamo deciso di lavorare in una forma collegiale, chiamata Studi Medici Associati, cosa che – per allora – costituiva una novità nella nostra Azienda USL, in quanto si trattava della seconda Medicina di Gruppo fino a quel momento realizzata.
Assistiti dal dottor Pasquale Romano, presidente della Cooperativa dei Medici di Medicina Generale di Piacenza, (il quale ha condotto le trattative con l’Azienda USL, fino a concretizzare l’iniziale progetto) abbiamo attrezzato due ambulatori, uno in Castelvetro ed uno a Monticelli, abbiamo assunto del personale che lavorasse con noi ed abbiamo cercato di offrire ai nostri pazienti alcuni servizi che, ciascuno di noi, singolarmente preso, non avrebbe potuto garantire, pur riconoscendone la validità.

Abbiamo assunto perchè lavorassero con noi inizialmente due preziose collaboratrici, che adesso sono diventate tre: due infermiere ed una segretaria: a questa abbiamo demandato molti compiti burocratici, a quelle, alcune pratiche mediche ripetitive come la misurazione della pressione e l’effettuazione di piccole indagini di laboratorio (glicemia, esame urine, INR, ecc.). Il risparmio di tempo così ottenuto è stato utilizzato per dilatare la presenza di noi medici nelle due strutture: praticamente ogni giorno, dal lunedì al venerdì, dal mattino alla sera è possibile trovare uno di noi per una visita. La sede di Monticelli per esempio effettua un orario di apertura al pubblico di ben 9 ore giornaliere.
Ma l’innovazione maggiormente gradita ai pazienti è stata la possibilità di effettuare delle indagini ecografiche (dell’addome, delle articolazioni, della tiroide…) direttamente nella nostra sede di Monticelli d’Ongina, esami richiesti da noi, prenotati dalla nostra segretaria, realizzati quasi a tempo di record nella nostra struttura, con l’aiuto di un collega ecografista messoci a disposizione dall’Ospedale di Piacenza. Questo innovativo progetto ha convinto anche i dirigenti della nostra USL, i quali hanno poi ripetuto la stessa esperienza anche in altre Medicine di Gruppo.
L’Azienda USL ci ha anche fornito due elettrocardiografi portatili semplicemente rivoluzionari: con essi è possibile registrare un elettrocardiogramma, sia in ambulatorio che al letto del malato, conservarne la registrazione in memoria, riversarla sul nostro computer (dove un programma dedicato lo analizza evidenziandone le eventuali anomalie), inviarlo via internet all’Ospedale di Fiorenzuola perchè uno specialista cardiologo effettui la diagnosi in tempo reale, come se avesse a disposizione il paziente sul lettino accanto a sé.
Effettuiamo anche il monitoraggio della pressione arteriosa, la registrazione cioè della pressione per 24 ore continuative, sia allo scopo di diagnosticare l’insorgere della malattia, sia per controllare l’effetto della terapia impostata in un paziente già noto come iperteso.